RETRO GAME

Mentre la maggior parte dei computer utilizzano supporti magnetici i software per le console di videogiochi sono rilasciati su "maschere programmabili" chip ROM, da quasi tre decenni e in alcuni rari casi anche su EPROM riscrivibili.

Uno strumento di memorizzazione statica "a stato solido", è registrato da carica elettrica, non necessita di alimentazione per memorizzare i dati "non volatile", e non ha bisogno di motore meccanici. Fino ad oggi è ancora il più veloce e più sicuro, anche se più costoso, supporto di memorizzazione: Cartridges, cards, flash.

Cartridges o cartucce inizialmente arrivate con 2-8 KB, durante l'epoca di games delle cartucce Nintendo da 64 KB a 8 MB di ROM, spesso con un ulteriore 8 KB di RAM e una batteria ausiliare.

L'ultimo sistema che utilizzava cartucce ROM è stato il Game Boy !